Evisu

Il Giapppone, si sa, ha sempre rappresentato una terra promessa per gli amanti di settori come l’alta tecnologia e la meccanica di precisione, ma nell’ambito della moda è sempre stato il contrario. Ovvero: i giapponesi hanno sempre attinto a piene mani dal genio europeo e cercato di importare dalle loro parti la specialità e l’unicità della moda del Vecchio Continente. Nel 1988, grazie ad Evisu, è accaduto però qualcosa di speciale e di inverso. Un marchio giapponese ha provato, con successo, a porsi un obiettivo preciso in ambito di moda e perseguirlo contando su un’idea esclusiva, propria e poco relativa alla moda europea. Evisu è nata ad Osaka con la missione di creare un tipo di jeans che incarni meglio di qualunque altro il genere vintage. Pantaloni senza eguali, capaci di fare la gioia di chi li indossa, ed acquistabili a prezzi non sempre all’altezza di tutti. Il marchio? Una “R” capovolta e priva della stanghetta verticale.