MENUMENU
Home » Guide Abbigliamento » Le guide per l'abbigliamento da Uomo » Guida al mondo della camicia

Guida al mondo della camicia

Modelli Vs fisico

La camicia è l’indumento indiscutibilmente più elegante. Dall’abito da cerimonia, al completo da lavoro o associato a un semplice paio di jeans, è in grado di dare un tocco di classe e stile al portamento. È però anche sinonimo di difficoltà nella stiratura dovuta alla sua complessità. Una difficoltà facilmente superabile grazie alla potenza e versatilità del ferro da stiro a caldaia.

Questo prezioso capo di abbigliamento deve però essere scelto con cura, rispettando le proporzioni del proprio corpo. Il primo punto da controllare è senza dubbio il collo. Questo deve rimanere a un dito di distanza dal collo e non premere sulla nuca.

Le maniche devono seguire una linea retta lungo il braccio e devono consentire libertà di movimento senza creare antiestetiche grinze. La cucitura delle spalle deve permettere di alzare il braccio a 45° senza che la camicia esca dai pantaloni. Il polsino non deve risalire lungo il braccio quando questo è in estensione.

I migliori tessuti per camicia

tipi di camicietessuti per camicia sono tanti e tutti ugualmente preziosi. Per le camice da cerimonia solitamente si usano il Dobby, dalla texture evidente e rigida, o il Popeline, più leggero rispetto al primo ma compatto, resistente e morbido. Dal leggero effetto rigato, il Popeline è adatto anche per camicie formali o da business-man.

Esistono vari tipi di camicie da usare tutti i giorni: lo Zephyr, leggero e traspirante, l’Oxford e il Jacquard, per chi ama trame più elaborate. Il tessuto ideale per chi è spesso in viaggio sarà invece il Twill, in grado di mantenere a lungo la piega e facile da stirare, anche quando non si ha dietro il miglior ferro da stiro a caldaia.

I vari tipi di colletto

Il colletto va scelto non solo in base al tessuto, ma anche in base al tipo di nodo di cravatta che si vuole utilizzare. Se si ama sfoggiare nodi voluminosi alla Windsor, bisognerà scegliere un colletto alla Francese, ovvero aperto e dallo stile giovanile.

Il collo “Italiano” e quello “Diplomatico” (o da cerimonia) sono invece adatti a stili più formali. Il primo presenta punte dritte, mentre nel secondo le punte sono piegate verso l’esterno. Il collo “Botton-down” presenta due piccoli bottoni sulle punte ed è d’obbligo sulle camice in tessuto Oxford. Infine la camicia coreana presenta il tipico collo alla coreana composto solo dal solino.

Consigli per una perfetta stiratura

La perfetta stiratura di una camicia comincia dalla sua asciugatura, che deve avvenire appesa a una gruccia. Quando la camicia è ancora leggermente umida, si procederà alla sua stiratura partendo dal colletto. Di questo si stireranno prima le punte e poi il centro.

Si passerà dunque alle spalle e alle maniche, usando lo stiramaniche dell’asse da stiro, e ai polsini, mantenendo il bottone verso l’alto. Infine si passerà alla stiratura del davanti e del dietro per la loro interezza. Per ottenere risultati impeccabili, è consigliato l’uso del ferro da stiro a caldaia Rowenta che, grazie alla potenza del suo vapore e alla silenziosità della sua caldaia, renderà il lavoro semplice anche ai meno esperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>